Un amigurumi non può essere tale senza usare dell’imbottitura giusta, e se hai costruito un amigurumi suddiviso in parti, vediamo insieme come riempirlo!

Ti interessa scoprire insieme a me i tanti segreti celati sulla costruzione degli amigurumi? Allora leggi l’argomento che ti tornerà utile per riuscire a capire come imbottirli bene, anche nelle parti più strette!

Per dare una forma tridimensionale al nostro amigurumi, abbiamo bisogno dell’imbottitura da inserire all’interno del lavoro.

Ci sono diversi tipi d’imbottitura che si possono usare per fare gli amigurumi e in questo post ti racconto quelli migliori, quelli da riciclare, quelli naturali e quelli da non utilizzare.

La migliore imbottitura è la fibra di poliestere

Partiamo con la migliore imbottitura per fare gli amigurumi: la fibra di poliestere o imbottitura “polyfill”!

E’ soffice, leggera ed è ideale per imbottire i peluche e cuscini, consentendo di mantenere perfettamente la sua forma. Adatti per fare giocattoli e accessori per bambini.

Come imbottire gli amigurumi? con poliestere o imbottitura dei cuscini

Il sacco che vedi in foto è quello che ho acquistato su Amazon e mi trovo benissimo per riempire i miei amigurumi, inoltre è un bel sacco di 500 gr e non mi è costato tanto!


Se vuoi acquistare lo stesso prodotto e vedere il prezzo, puoi cliccare sul pulsante qui sotto, lo stesso link che ho usato anche io! 😊


Se hai in casa un cuscino vecchio, non buttarlo via!!! Ricicla l’imbottitura al suo interno, che va benissimo per gli amigurumi!

La caratteristica del poliestere permette all’amigurumi di ritornare alla sua forma iniziale dopo un forte abbraccio che darà il tuo bambino o bambina all’amigurumi che realizzerai! 🤗

I fiocchetti di cotone, ma solo per le piccole parti

L’imbottitura che ti mostro ora, si presta per riempire le piccole parti delle bambole o degli amigurumi, come ad esempio le braccia o le gambe, ed è il cotone a fiocchetti.

Come imbottire gli amigurumi? Con i fiocchetti di cotone, ma solo le parti piccole.

Io li ho acquistati nel supermercato e li ho presi colorati, così se devo inserire in un braccio color rosa, l’imbottitura sarà dello stesso colore del filo, qualora dovessero esserci dei piccoli fori in cui si intravede l’imbottitura.

💭 Ma noi sappiamo bene che per fare un ottimo amigurumi dobbiamo lavorare strette le maglie, così non si ha questo rischio, giusto?

Un sacchetto con del riso

Un altro tipo di imbottitura che ho usato per un mio amigurumi, è stato un sacco di riso.

Questa tipologia di imbottitura è ideale se realizzi degli amigurumi di grossa taglia, ai quali vuoi dare un certo peso, ma senza renderlo troppo rigido, con il compito di fare da ferma porte, ad esempio!

Io l’ho usato per fare il mio GUFO GRIGIO che vedi in foto qui sotto!

Quando imbottire l’amigurumi?

Il momento in cui inserire l’imbottitura dipende dal tipo di amigurumi che stai realizzando.

In linea di massima, se fai un amigurumi tutto di un pezzo, partendo dalle gambe e via via salendo verso la testa, l’imbottitura va inserita gradualmente, man mano che lavori, altrimenti fai fatica a raggiungere poi le basi dei piedi, ad esempio.

schema-zampe-posteriori-unicorno-amigurumi

Se fai un amigurumi suddiviso in parti, allora puoi imbottire quando sei al penultimo giro, prima della chiusura del foro, in modo da avere sufficiente spazio per inserire l’imbottitura.

Ci sono dei casi in cui l’imbottitura non serve inserire, come ad esempio, quando realizzi delle braccia sottili, oppure le orecchie o se vuoi dei piedi o mani piatti!

Come capire, da un disegno, quali parti imbottire.

L’imbottitura è davvero importante e determina l’aspetto finale del tuo amigurumi, quindi, se non stai seguendo uno schema, ma lo hai realizzato tu basandoti su un tuo disegno, ti mostro come fai a capire dove mettere l’imbottitura.

Prendiamo come esempio il disegno della mia Zucca Stregone Amigurumi!

disegno-e-amigurumi-halloween-2020

Ho fatto la testa sferica, le braccia sottili, un corpo triangolare ricoperto da un mantello e dei scarponcini neri ai piedi.

💭 Vediamo se indovini dove ho messo l’imbottitura, guardando il mio disegno!

Ho imbottito il cappello e il mantello! 😜

Ovviamente non è la risposta giusta🤣! La risposta corretta è:

  • la testa; in modo da ottenere una forma sferica e la si deve imbottire parecchio per riempire tutta la forma.
  • nel corpo; ma l’ho inserita molto meno rispetto alla testa, per non farlo troppo cicciotto;
  • nei piedi; per farli tondeggianti ma non troppo, altrimenti si allargano le maglie e rischi di far intravedere l’imbottitura al suo interno, essendo uno spazio molto piccolo!

Un giorno ti mostrerò come disegnare un amigurumi e poi realizzarlo da zero! Lo faremo insieme passo dopo passo!

💭Ti piace l’idea? 🤩

Come si imbottisce bene l’amigurumi?

Oltre a inserire l’imbottitura giusta, bisogna anche saperla mettere bene e per riuscire a farlo ti puoi aiutare con dei tubicini o l’estremità di un uncinetto.

Io parto inserendo nel centro e poi lo spingo verso i lati, per riempirlo bene.

Quando devo imbottire gli arti, inserisco l’imbottitura e poi sfrego tra le mani il braccio o la gamba, in modo da distribuire, lungo tutto il pezzo, l’imbottitura.

Se stai per imbottire la testa e vuoi ricamare una espressione sul viso, ti consiglio di farlo prima di andarlo ad imbottire, così non rischi di far fuoriuscire l’imbottitura, quando passi l’ago dentro e fuori il pupazzetto.

Come nascondere l’imbottitura negli amigurumi

Il miglior modo per nascondere l’imbottitura negli amigurumi è lavorare strette le maglie, utilizzando la maglia bassa ad “X”.

La sua modalità di esecuzione, ti aiuta a lavorare in modo compatto, a differenza della maglia bassa normalmente lavorata, con la caratteristica “V” che va a formare sul tessuto.

Qui sotto ti mostro le due sfere lavorate con le due differenti maglie basse! Riesci a notare la X sul tessuto?

Un altro modo, per nascondere bene l’imbottitura, è quello di inserirla all’interno di un sacchetto in tessuto, dello stesso colore del filo usato per fare l’amigurumi!

💭 Ti vengono in mente altre idee? 🤔 Scrivimi nei commenti

👎 Imbottitura da non utilizzare negli amigurumi

Un’imbottitura che sconsiglio di utilizzare è il riciclo dei vecchi tessuti.

E’ stato uno dei miei primi esperimenti di imbottitura economica 😬! Mai più!

Ho provato ad imbottirli con dei vecchi abiti arrotolati, ma il risultato è stato pessimo: non manteneva la forma e non era assolutamente morbido.

L’unico indumento da riciclare può essere il calzino, che torna utile come involucro, se vuoi formare un lungo tubolare con dell’imbottitura inserita al suo interno, e poi rivestirlo con l’uncinetto.

🍀 Imbottitura green per gli amigurumi

Vuoi andare su prodotti naturali per imbottire il tuo lavoro?

Puoi usare una busta e riempirla di noccioli di ciliegia, oppure con erbe essiccate, per profumare la tua bambola o il tuo peluche.

Ideali se destinati ai bambini, ai quali concilia il sonno!

NOTA: Se scegli questa opzione, ti consiglio di fare attenzione quali erbe utilizzare, facendoti aiutare da un esperto.


Mi sembra di averti scritto tutto sull’imbottitura e ho pensato di fare anche un video VLOG in cui ne parlo, così ti mostro come ho assemblato e riempito il mio piccolo gnomo amigurumi!

Se ti interessa lo schema dello gnomo amigurumi che hai visto nel video, il link per raggiungerlo è questo: SCHEMA PDF GNOMO PUMPKIN AMIGURUMI

Eccoci alla fine di questo argomento, cara amica uncinettosa!

Allora, come ti è sembrato questo articolo? Ho detto delle cose interessanti che ti sono tornate utili?

Raccontami la tua esperienza con l’imbottitura dei tuoi amigurumi!

Sono curiosa di sapere se conosci altri segreti su questo tema e in tal caso scrivimi nei commenti, non mantenere i segreti tutti per te!! 😄

Ti aspetto al prossimo articolo 😘

firma giulia


Lasciami un commento!

Giulia Mollica

Il mio nome è Giulia, amo sognare e fantasticare. Quando ho imparato a lavorare all'uncinetto ho riscoperto la "bambina" che è in me ed ora gli amigurumi sono diventati la mia passione!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: