All’inizio del mese di maggio ho organizzato il primo Pinky Time Zoom e il primo progetto realizzato per questo evento è stato il PINGUINO AMIGURUMI! Un evento durato 3 settimane in cui abbiamo creato, chiacchierato e scoperto tante curiosità sugli amigurumi!

E’ iniziato il 03 maggio 2021 il Pinky Time Zoom ed è stata una grande emozione poter creare, per la prima volta, guardando negli occhi le partecipanti e chiacchierando come fossimo nella stessa stanza!

Alle 21:00 ero pronta davanti alla web cam e attendevo con ansia di conoscere i partecipanti! Ecco comparire un primo viso, un secondo, un terzo e alla fine eravamo in 6!

Ho conosciuto Annita e Simona che non hanno mai fatto amigurumi e questa era la loro prima volta!

Ho conosciuto Katiuscia che aveva già dimestichezza con la tecnica e ho scoperto che è rapidissima a creare!

Ho conosciuto Patrizia che mi seguiva già da tempo, ma era la prima volta che la vedevo in viso ed è stata una splendida emozione!

L’amigurumi che ho voluto portare al primo evento è stato il PINGUINO AMIGURUMI! Uno schema semplice nella sua esecuzione, che hanno saputo seguire anche le principianti Annita e Simona! 😊

Schema pinguino amigurumi - come fare gli amigurumi

Come fare un amigurumi pinguino e le regole di base

Durante l’evento del pinguino amigurumi ho mostrato:

L’accessorio che ti aiuta a tenere conto dei giri svolti è il MARCAPUNTI ed io sono solita inserirlo nell’ultima maglia di ogni giro.

Nello schema ho indicato ad ogni giro il numero totale di maglie che si devono ottenere e se i conti tornano, allora il lavoro è stato fatto nella maniera corretta.

Annita, il primo giorno, non riusciva mai ad avere lo stesso numero di maglie totali a fine giro e cosa faceva?!? SPOSTAVA IL MARCAPUNTI!!!

Ma perchè???

SBAGLIATISSIMO!!

Cosa devi fare se i conti non tornano

Innanzitutto, ogni giro deve avere il numero totale di maglie indicato nello schema, se mai fosse che non fossero uguali i totali bisogna:

  • ripetere il giro,
  • controllare di entrare bene con l’uncinetto in ogni maglia del giro
  • controllare di eseguire gli aumenti o diminuzioni nei punti giusti, come indicato dallo schema.

Se tutto ciò è stato fatto e ancora i conti non ti tornano, allora FERMATI, LASCIALO DA PARTE e RIPRENDI più tardi!

All’inizio bisogna avere TANTA PAZIENZA e CONCENTRAZIONE, ma una volta capito il meccanismo diventerà tutto più facile e veloce! Te lo dico perchè ci sono passata anche io!

Il mio consiglio per lei o per chiunque si senta di non riuscire a terminare un amigurumi è questo:

  • MAI MOLLARE!
  • E’ normale che il PRIMO NON SARA’ PERFETTO, ma la pratica lo renderà migliore!
  • SE SENTI LA RABBIA SALIRE, FERMATI, RESPIRA PROFONDO, STACCA GLI OCCHI DAL LAVORO PER UN PO’ e poi RIPRENDI! Puoi anche lasciarlo fermo un giorno intero e trascorrere il tuo tempo facendo completamente altro, credimi che quando tornerai a lavorarlo riuscirai a giungere alla fine!

Altri consigli utili per fare gli amigurumi

Organizzare l’evento virtuale del pinguino amigurumi mi ha permesso di capire le difficoltà maggiori per chi si approccia per la prima volta agli amigurumi e, grazie alle partecipanti posso dirti che:

  • E’ MEGLIO NON USARE FILATI SCURI LA PRIMA VOLTA. E’ consigliabile usare dei filati chiari perchè devi riuscire a vedere bene le maglie, per non sbagliarti a infilare l’uncinetto nei punti sbagliati o rischiare di saltare dei punti non riuscendo così ad ottenere il numero di maglie totali indicati nello schema.
  • E’ MEGLIO INIZIARE CON UN FILATO ACRILICO. Questo tipo di filato ti permetterà di lavorare morbido e di non stancare il polso.
  • E’ MEGLIO INIZIARE CON UN UNCINETTO DA 4 mm fino a quando non avrai preso la mano, poi userai quello da 3 mm ed infine dovrai riuscire ad utilizzare quello da 2 o 2,5 mm, che è la misura ideale per svolgere gli amigurumi, in quanto ti permette di lavorare strette le maglie, rendendo il lavoro più compatto e non si intravvederà l’imbottitura al suo interno.
  • IL POLIESTERE o L’IMBOTTITURA DEI CUSCINI è il miglior materiale per riempire gli amigurumi. Il poliestere fa sì che se pressato torna alla sua forma originale, senza deformare l’amigurumi.
  • DEVI USARE TANTA IMBOTTITURA e RIEMPIRE BENE OGNI PARTE. Aiutati con il manico dell’uncinetto, se devi raggiungere le parti strette e sistema bene l’imbottitura ai bordi del lavoro.
  • DEVI USARE IL MARCAPUNTI PER SEGNARE L’ULTIMA MAGLIA DI OGNI GIRO e spostarlo solo di un giro superiore, mai spostarlo in un punto diverso, altrimenti perdi il conto effettivo delle maglie a fine giro.

Che soddisfazione arrivare alla fine!

Di tutte le partecipanti, Annita è quella che mi ha fatto più tribolare, perchè alla prima difficoltà voleva mollare; ma per fortuna ha seguito i miei consigli ed è riuscita a raggiungere la fine!

Ecco la foto di gruppo!

Tutti i pinguini amigurumi realizzati durante l'evento.

💭 Lo vedi il pinguino di Annita nella foto? 😍

Simona ha scoperto la tecnica con grande stupore, non pensava che le sarebbe piaciuto, ha iniziato più per il gusto di stare in compagnia, ma poi si è appassionata ed ora sta partecipando agli altri eventi del Pinky Time Zoom dedicati alla bambola e ad un orsetto amigurumi!

Katiuscia ne ha realizzati ben due di pinguini, una femmina con il manto fucsia e un maschietto con il manto classico bianco e nero, entrambi con un dolcissimo fiocchetto aggiunto da lei!

La meravigliosità di questo evento è che nessuna di loro era costretta a scegliere il filato indicato e potevano tranquillamente farsi trascinare dalla fantasia apportando delle modifiche allo schema originale.

Anche Patrizia E. ha aggiunto un bel fiocchetto e devo dire che è stata un’ottima scelta, rendendolo ancora più adorabile!

Mariangela ha seguito passo passo il mio schema, anche nella scelta dei filati e colori!

Patrizia T. ha voluto usare un colore fuori dallo schema e mi piace tantissimo il beige per il manto!

Un evento che si ripeterà

E’ stata una bellissima esperienza non solo per aver dato delle nozioni utili a chi voleva imparare a fare gli amigurumi, ma abbiamo avuto la possibilità di confrontarci, chiacchierare e conoscerci al punto che, l’incontro successivo, veniva atteso con eccitazione per l’entusiasmo che avevamo nello stare insieme!

Abbiamo scoperto che, i consigli dati per affrontare le difficoltà nella realizzazione degli amigurumi, sono consigli utili per approcciarsi alle difficoltà della vita!

Abbiamo scoperto che l’imperfezione acquisisce comunque un suo fascino e lo rende unico nel suo genere!

Abbiamo scoperto che creare ci carica di tanta energia positiva per affrontare al meglio e con un sorriso le nostre giornate!

Questo incontro non ci ha solo fatto creare un dolce amigurumi, ma ci ha unite profondamente!

Grazie a tutte le partecipanti che hanno reso possibile ciò che prima era solo un mio grande sogno!!

firma giulia

5 commenti

  1. Ciao Giulia, l’evento Pinky time per la realizzazione del pinguino è stato magnifico, sia dal punto di vista produttivo che dal punto di vista interiore. Poter condividere la propria passione confrontandosi e socializzando,guardandosi negli occhi e non seguendo un semplice schema e basta, ha riempito veramente il mio cuore, dando un senso a quello che stavo realizzando. Si condividono,infatti, conoscendosi,anche emozioni. Grazie mille, quindi, a te per averci dato questa opportunità e a tutte le amiche uncinettose che hanno dato anche loro il proprio contributo. Vi abbraccio

  2. Ringrazio Giulia per aver organizzato questo meraviglioso evento. Io sono principiante sia con l’uncinetto che con gli amigurumi, durante il progetto avevo deciso di mollare e di lasciare la classe… Giulia e le ragazze mi sono state vicine per non farmi mollare… E con i loro consigli sono riuscita a portare a termine il mio progetto. Cosa che non avrei mai fatto se avessi seguito lo schema da sola. Ci sono Stati tanti consigli, ho imparato cose nuove e soprattutto ho conosciuto ragazze con cui ho passato delle piacevoli serate. Grazie grazie davvero di cuore Giulia!!!

    1. Annita cara, che bello leggerti ! Sì è vero e ti ringrazio per avermi dato la possibilità di raccontare la tua storia sulle tue difficoltà e soprattutto sul tuo traguardo… ora vedo che con gli amigurumi non ti fermi più e non puoi immaginare quanto questo mi renda felice!! Ti aspetto al 2° evento con gioia!!

  3. Buona sera, ringrazia Giulia per il fantastico progetto che abbiamo realizzato nel suo Pinky Time Zoom. Fare questo grazioso pinguino mi ha fatto conoscere e usare la tecnica di non tagliare il filo per il cambio colore. Mi sono talmente divertita che è nata una coppia di pinguini….. Non vedo l’ora di iniziare un altro progetto nel Pinky Time Zoom con Giulia. ❤️

    1. Ciao Katiuscia ti ringrazio per aver condiviso il tuo pensiero e devo dire che sei stata una delle partecipanti che mi ha più stupito per la velocità nelle creazioni di ben 3 eventi diversi nello stesso mese 😀 sei un fenomeno!! Grazie per aver condiviso la tua gioia, la tua simpatia Toscana e non vedo l’ora di realizzare un altro progetto insieme!!

Lasciami un commento!

Giulia Mollica

Il mio nome è Giulia, amo sognare e fantasticare. Quando ho imparato a lavorare all'uncinetto ho riscoperto la "bambina" che è in me ed ora gli amigurumi sono diventati la mia passione!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: